Benvenuto nello spazio web Worma Lightbuilding
Worma costruisce ambienti innovativi, case in legno
moderni contesti in cui vivere meglio
spazi ideati per espandere la personalità
o per ritrovare comfort o svago
per rendere più leggero il tuo tempo
clicca per partire :)

WORMA LIGHTBUILDING è un consorzio di imprese impegnate nel campo della sostenibilità, che offre un sistema di progettazione integrata, costruzione e realizzazione di edifici a energia quasi zero attraverso l’impiego di tecnologie, materiali eco-compatibili (principalmente a base legno), e metodologie di cantiere che garantiscono il risultato in tempi e costi certi.
WORMA è nato per mettere in rete le imprese del territorio (i soci si trovano in Italia entro un raggio di 150 km), nell’ottica della rilocalizzazione di quella parte dell’apparato produttivo legato alla rigenerazione urbana e alla diminuzione dell’impronta ecologica. Le case in legno Worma sono un’ottima soluzione nella realizzazione della Smart City.

 

Ultime notizie

Convivio per l’Associazione Onconauti

0

Worma ha promosso e realizzato il Convivio di presentazione dell’Associazione “Onconauti” che si è tenuto giovedì 23 giugno 2016, ore 18:00-21:00, presso la sala convegni dell’Hotel Carlton in via Garibaldi 93 a Ferrara.

Saluti istituzionali:

Chiara Sapigni, Assessore alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari del Comune di Ferrara

Paola Castagnotto, Responsabile Ufficio Comune per l’integrazione socio-sanitaria

interventi:

“Il programma integrato di riabilitazione oncologica.” Dott. Stefano Giordani, Oncologia Territoriale Azienda AUSL Bologna, Direttore Scientifico Associazione “Onconauti”

“Architettura e salute. Una proposta di rigenerazione urbana.” Arch. Adriano Lazzari, progettista

Presentazione gastronomica a cura di V. Strelnikov more

Worma progetta emporio solidale a Ferrara

0

Con l’associazioneil mantello viene realizzato  il primo emporio solidale a Ferrara per famiglie colpite dalla crisi economica. Nella tradizione della cultura della sostenibilità Worma e’ sempre a fianco delle iniziative  di solidarietà e di aiuto per i più deboli. L’emporio solidale è un centro di distribuzione di alimentari sia di lunga conservazione che “freschi” Il progetto curato da Worma prevede anche uno spazio “cafè” per incontri con famiglie e operatori sociali in modo conviviale . Le persone che lo frequenteranno avranno una card specifica che consentirà loro di prelevare cibo e oggetti che sono presenti nell’emporio solidale . Un servizio importante per dare una risposta concreta  allo stato di difficoltà temporanea per persone che nel contempo ritrovano un percorso lavorativo. Una nuova iniziativa solidale discreta e attenta alla persona ed alla sua coesione familiare .

Progetto S.E.N.S.E.: inizia la fase due

0

La città contemporanea costruita negli ultimi 40 anni ha trascurato alcuni aspetti che ora sono diventati fondamentali relativamente al rapporto tra edificio e città, tra edificio e ambiente. La piattaforma dei progetti Smart City in Italia e in Europa tende a rimodellare la città esistente legando gli aspetti materiali (infrastrutture ed edifici) e immateriali (qualità dell’abitare, nuova socialità, information technology ed energia). Il sistema W®ORMA LIGHTBUILDING è una delle risposte coerenti con questo modello di trasformazione in atto. more

VISIONE

AVVERTIRE IL PESO

La crisi attuale è la conseguenza di un cattivo modello di sviluppo basato su un insostenibile impatto ambientale che causa un peggioramento della situazione generale del pianeta: inquinamento, squilibri demografici, urbanizzazione estensiva, distruzione delle risorse naturali, cambiamenti climatici, perdita di punti di riferimento valoriali e culturali.
C’è un luogo dove si materializzano le forze che spingono alla catastrofe ecologica, come pure le ingiustizie sociali che attraversano la società: è la città contemporanea, intesa come il paesaggio costruito che quotidianamente abitiamo. Il paesaggio contemporaneo è una miscela ibrida di scenari sovrapposti, dissipativi, in cui regna l’omologazione e la disintegrazione dello spazio-città.

COME RITORNARE LEGGERI

Vogliamo cambiare i comportamenti, le politiche, i valori a fondamento dell’attuale crisi ecologica ed economica.
Vogliamo dare voce alle istanze di cambiamento che provengono da individui, movimenti e associazioni, alle posizioni etico-filosofiche dei movimenti di pensiero che rifiutano una concezione superficiale dell’ecologia, per realizzare un cambiamento di modello non solo nelle discipline tecniche ma anche nella politica e nell’azione privata.
Vogliamo cambiare il modo di costruire, puntando sulla realizzazione di edifici a consumo energetico nullo, sulla riqualificazione, le demolizione e ricostruzione del patrimonio esistente, combinando le potenzialità offerte dalla ricerca, dall’innovazione e dall’uso di nuovi materiali e tecnologie con il principio della tutela del territorio e dell’ambiente.

L’ABITARE LEGGERO

Immaginiamo una città costruita e rinnovata per essere a impatto zero, sfruttando le possibilità tecniche ormai ampiamente consolidate. Senza dimenticare il bisogno di nuovi valori comuni che ripensino il rapporto tra scenario costruito e natura: senza un nuovo tipo di socialità non potrà esserci alcuna vera sostenibilità, e forse nemmeno più democrazia.L’alternativa all’ambiente costruito contemporaneo è una città che si rinnova ripensando, riadattando, riutilizzando, rilocalizzando e se serve riducendo sé stessa.
La città del futuro sarà da coltivare come una pianta, e non da plasmare come un’opera d’arte.

IMPATTO ZERO
in quanto caratterizzati da un consumo di energia
e una produzione di gas-serra annuali prossima allo zero
ECOSOSTENIBILI
perché basati su un materiale come il legno
che di per sé è duttile, naturale, rinnovabile e riciclabile

SERVIZI

Immaginiamo insieme, soluzioni sostenibili

C’è molto da intuire e da capire quando si condivide un pensiero o ancor meglio un sogno… more

concretezza al tuo progetto

Nel progetto prende vita il tuo mondo. more

autorizzazioni e certificazioni

Affidabilità e concretezza garantita. more

costruiamo velocemente

Tempi certi, costi competitivi, perfetto controllo del cantiere.

 more

efficienti nel tempo

Mantenimento e miglioramento delle prestazioni dell’edificio.

 more

SISTEMA

Con il sistema WORMA è possibile ottenere gli spazi che soddisfano ogni desiderio, ogni esigenza e ogni stile abitativo, con l’opportunità di affidare a un unico interlocutore la progettazione e l’esecuzione dei lavori. WORMA è un prodotto innovativo che consente di costruire un edificio chiavi in mano in tempi rapidi e certi con costi fissati che non variano in corso d’opera. Il sistema integra svariate esigenze tecnico-economiche, estetiche ed ambientali: • si basa su tecnologie innovative e sull’utilizzo di nuovi materiali nell’architettura • si adatta ad ogni esigenza della committenza e alla richiesta di libertà progettuale e creativa • è nato per dare un valore aggiunto al costruire, grazie all’impiego di tutte quelle soluzioni tecniche ed estetiche che riducono al massimo i consumi di energia e al contempo aumentano il benessere abitativo • è pensato per realizzare in breve tempo e ad un costo competitivo un edificio ad elevate prestazioni energetiche, ad elevata sicurezza, durabilità e flessibilità • è fondato su un materiale come il legno che è naturale, eco-sostenibile, rinnovabile e riciclabile L’obiettivo del sistema WORMA è di coniugare insieme: 1. le tecnologie innovative sul risparmio e l’efficienze energetica negli edifici 2. le istanze della bioedilizia in merito a selezione e l’utilizzo di determinati materiali 3. le istanze della bioclimatica nell’analisi del sito e nell’utilizzo di sistemi climatici passivi 4. la ricerca architettonica su nuovi modelli applicativi per gli spazi abitativi, gli spazi di lavoro, gli spazi pubblici, la città.

WORMA utilizzando tecnologie innovative sul risparmio e l’efficienza energetica, offre la possibilità di realizzare edifici ad energia quasi zero in cui il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo viene coperto in maniera molto significativa da energia proveniente da fonti rinnovabili, compresa quella prodotta in loco o nelle vicinanze. WORMA applica ad integrazione degli aspetti energetici, metodi e criteri sia progettuali che costruttivi che si pongono come obiettivo il rispetto dell’ecosistema, il costruire in maniera sostenibile e lo studio di nuovi modelli di abitare al fine di realizzare un miglioramento della qualità della vita attuale e futura.

La bioedilizia sfrutta prodotti naturali e materiali eco-compatibili, optando, ad esempio, per materiali locali, laddove possibile, per sistemi di riscaldamento e raffrescamento da fonti rinnovabili, ed orientati al risparmio energetico. La scelta di materiali naturali, meglio se locali, non inquinanti e riciclabili, sta alla base di questo modo di intendere l’architettura. Le scelte di materiali e le tecniche costruttive della bioedilizia mirano a ridurre l’impatto ambientale delle costruzioni in tutte le fasi (estrazione materie prime e loro utilizzo, realizzazione edifici, gestione, smantellamento e smaltimento).

La bioclimatica è un insieme di tecniche che prendono in considerazione i rapporti tra edificio e clima locale, non soltanto per quanto riguarda la climatizzazione invernale o estiva ma anche per l’integrazione tecnologico-formale dell’edificio nel più vasto sistema ambientale. Nella progettazione bioclimatica si prendono in considerazione non solo i fattori climatici meteorologici (temperatura, umidità, vento, radiazione solare, precipitazioni, etc…) ma quelli fisico-geografici del luogo (rilievi, clivometria, orientamento, caratteristiche del suolo, presenza di vegetazione, specchi d’acqua, etc…). Questo comporta uno studio della forma e della distribuzione delle funzioni dell’edificio in relazione ai dati geo-climatici, finalizzati all’ottenimento del confort ambientale attraverso la scelta di determinate tecnologie per l’invoulcro (accumulatori o isolatori termici, sistemi solari passivi, etc…).

Benessere abitativo: ossia il benessere fisico e mentale che l’uomo prova in un certo ambiente, è il principale obiettivo di una costruzione, e può essere finalmente calcolato e progettato su misura. Il progetto del benessere abitativo deve comprendere sia il confort ambientale all’interno della casa (controllo della temperatura, umidità, illuminazione, traspirabilità, isolamento termico e acustico, qualità e ricambio dell’aria che si respira, sicurezza strutturale e d’uso di ogni componente edilizio, impiantistico e di arredo) che quello fuori di essa, ossia degli spazi aperti di pertinenza come il giardino: dove naturale e artificiale si incontrano e si armonizzano.

Sintetizziamo di seguito un decalogo per il benessere abitativo:
1. Diagnostica e monitoraggio dell’esistente
2. Isolamento termico ed acustico delle pareti, del pavimento e della copertura
3. Isolamento termico ed acustico delle finestre
4. Impianti termoidraulici ad alta efficienza (p.es Pompa di calore e geotermia
5. Ventilazione meccanica controllata
6. Solare termico, per la autoproduzione di acqua calda sanitaria
7. Fotovoltaico, per la autoproduzione di energia elettrica
8. Domotica per il controllo automatizzato degli impianti e la loro ottimizzazione.
9. Ottimizzazione del benessere psico-fisico nella scelta dei materiali di costruzione e di finitura (colori e materiali naturali, etc…)
10. Ottimizzazione creativa delle aree esterne in relazione al contesto urbano e agli spazi interni (pavimentazioni, giardino, scelta delle essenze, studio delle stagionalità e dei cicli vitali, etc…)

I nostri edifici possono dotarsi di tutte quelle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita, grazie all’integrazione interdisciplinare di ingegneria edile, ingegneria energetica, automazione, elettrotecnica, elettronica, telecomunicazioni ed informatica.

Queste tecnologie, inglobate nel concetto di domotica, hanno lo scopo di scopo di studiare, trovare strumenti e strategie per:
• migliorare la qualità della vita;
• migliorare la sicurezza
• semplificare la progettazione, l’installazione, la manutenzione e l’utilizzo della tecnologia;
• ridurre i costi di gestione;
• convertire i vecchi ambienti e i vecchi impianti.
La domotica svolge un ruolo importante nel rendere intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi. Ad esempio un impianto elettrico intelligente può autoregolare l’accensione degli elettrodomestici per non superare la soglia che farebbe scattare il contatore.
Con “casa intelligente” si indica un ambiente domestico che mette a disposizione dell’utente impianti che vanno oltre il “tradizionale”, dove apparecchiature e sistemi sono in grado di svolgere funzioni parzialmente autonome o programmate dall’utente o, recentemente, completamente autonome.
Ad un livello superiore si parla di building automation o “automazione degli edifici”. L’edificio intelligente, con il supporto delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici (climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza), delle reti informatiche e delle reti di comunicazione, allo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza e per migliorare la qualità dell’abitare e del lavorare all’interno degli edifici.
La casa intelligente può essere controllata dall’utilizzatore tramite opportune interfacce utente (come pulsanti, telecomando, touch screen, tastiere, riconoscimento vocale), che realizzano il contatto (invio di comandi e ricezione informazioni) con il sistema intelligente di controllo, basato su un’unità computerizzata centrale oppure su un sistema a intelligenza distribuita.
Il sistema di controllo centralizzato, oppure l’insieme delle periferiche in un sistema ad intelligenza distribuita, provvede a svolgere i comandi impartiti dall’utente (ad esempio accensione luce cucina oppure apertura tapparella sala), a monitorare continuamente i parametri ambientali (come allagamento oppure presenza di gas), a gestire in maniera autonoma alcune regolazioni (ad esempio temperatura) e a generare eventuali segnalazioni all’utente o ai servizi di teleassistenza. I sistemi di automazione sono di solito predisposti affinché ogniqualvolta venga azionato un comando, all’utente ne giunga comunicazione attraverso un segnale visivo di avviso/conferma dell’operazione effettuata (ad esempio LED colorati negli interruttori, cambiamenti nella grafica del touch screen) oppure, nei casi di sistemi per disabili, con altri tipi di segnalazione (ad esempio sonora).
Un sistema domotico si completa, di solito, attraverso uno o più sistemi di comunicazione con il mondo esterno (ad esempio messaggi telefonici preregistrati, SMS, generazione automatica di pagine web o e-mail) per permetterne il controllo e la visualizzazione dello stato anche da remoto.
Le aree di automazione possibili in una casa sono:
• Gestione dell’ambiente (microclima e requisiti energetici)
• Gestione degli apparecchi
• Comunicazione e informazione
• Sicurezza

Sistemi costruttivi:

• a traliccio o con intelaiatura dove la struttura è costituita da uno scheletro di travi e montanti di legno lamellare le cui lacune vengono riempite con vari materiali isolanti e tamponati con pannelli di controventamento tipo OSB, in legno-cemento, tavolato, etc…

• a parete massiccia in pareti di legno compensato di tavole tipo X-LAM caratterizzate dall’impiego di elementi massicci piani multistrato con funzione portante, nei quali le dimensioni lungo entrambi gli assi principali sono di gran lunga maggiori dello spessore

• Plug-in-house: (100 mq )modulo abitativo base a cui si possono aggiungere strutture secondo la necessità: bungalow (casa con le ruote), work-box, sun-garage, casa sull’albero, padiglione relax, ortoabitato, big-family (struttura parentale semiindipendente)
• off-grid house
• co-housing
• social-housing
• ricucire e rinnovare la città esistente

MODELLI PER IL LAVORO
• Urban farm anche l’agricoltura deve cambiare: i terreni agricoli svolgono un ruolo cruciale per l’economia urbana, diventando spazi attivi e vivibili, in grado di produrre diverse coltivazioni di qualità e di ospitare la più ampia biodiversità
• Urban factory industria sostenibile, luoghi della produzione e innovazione
• Co-working
• Lab-Office
• Energiadiffusa: impianti per la produzione diffusa sul territorio di energia da fonti rinnovabili (local wood-factory+boschi urbani+centrali a biomassa vegetale)

MODELLI PER LA COMUNITA’
• strutture sociosanitarie
• comunità alloggio
• edifici per il culto
• edifici scolastici
• ecomercati
• spazi per la cultura e il tempo libero
• spazi di relazione urbana
• natura diffusa (progetti di rinaturalizzazione e tutela della biodiversità

PROGETTI E REALIZZAZIONI

CONSORZIO

Il team di progettazione WORMA raggruppa professionisti dotati di una pluriennale esperienza nell’ambito della progettazione e costruzione di edifici in legno, che affianca il progettista architettonico e il committente in ogni fase della realizzazione dell’edificio, attraverso una accurata selezione dei materiali e una attenta progettazione esecutiva.

Bau Project

Coordinamento produzione

Bau Project srl

via Canonica 12/a

Ferrara

tel +39 0532 1770370

info@worma.it

www.bauproject.it

Eco-Planning

Il progetto architettonico sostenibile

Eco planning srl

via Canonica 12/a

Ferrara

tel +39 0532 1770370

info@worma.it

Diade Design sas

Industrial design - Visione sostenibilità

Diade Design sas

via Della Provvidenza 63

35030 Sarmeola di Rubano PD

Italia

tel +39 049 8979000

info@diade.it

TESTIMONI

Da cinque anni vivo in questo ambiente che sento completamente mio, non immaginavo che il comfort potesse rimanere ideale in ogni stagione dell’anno.

Oliviero Lodi, Geometra

CONTATTI

Se desiderate condividere un progetto con Worma senza impegno, contattateci!

Consorzio Worma Lightbuilding

Piazzale San Giorgio 12

44124 Ferrara – Italia

tel +39 0532 909213

fax +39 0532 970309

P.I. 01918250380  

info@worma.it

Renato Pavanello

cell. 328 2116888

*
*
*
Il tuo messaggio è stato spedito! Grazie per averci contattato.
Oops, c'è stato un errrore!segui le istruzioni per risolvere il problema